Calendari
Virtuemart Extensions

Calendari

Plastica Alfa è consapevole che la cultura è il nutrimento dei popoli e promuoverla è lo strumento per lo sviluppo e la crescita della società civile. 

Da tale convinzione nasce il "progetto calendario": ogni anno un progetto unico, studiato ed elaborato con il coinvolgimento di tutte le risorse umane dell’azienda, volto al duplice obbiettivo di promuovere il senso di appartenenza dei collaboratori e a dare un messaggio augurale e "sostenibile" ai propri clienti. 

 

 

Il nuovo anno celebra la Sicilia, terra fecondata dalle culture più antiche, popoli che hanno saputo valorizzare e tenere legate a sé tradizioni, visioni e storie che la rendono universalmente unica. Plastica Alfa, presente con i suoi 6000 prodotti in più di 80 Paesi nel mondo, ritrova nella sua isola la tradizione della terra natia ma anche la globalità del suo essere melting pot di culture e popoli: gli scatti di Giuseppe Moschella (dipendente dell’azienda e fotografo per passione)restituiscono proprio questa stratificazione e questa polivalenza dell'isola al centro del Mediterraneo. Le immagini sono accompagnate, oltre che dalle didascalie sui 12 luoghi-simbolo della Sicilia, da parole che mirano ad enfatizzarne l'angolatura spesso inedita ed originale, lontana dai cliché tradizionali.

 

Negli anni vi è stata una corposa elaborazione ed evoluzione del "progetto calendario" eccone le tappe salienti: nel 2008 l’acqua è assoluta protagonista del primo calendario d'arte di Plastica Alfa. Grazie agli scatti di una nota artista catanese, Roberta Tudisco, famosa a livello internazionale per le sue indimenticabili vedute del vulcano Etna. Il progetto, intitolato “Aqua” e che si radicava in un'iniziativa più ampia con due mostre -a Milano e a Caltagirone- dei lavori dell'artista, rivela una visione davvero inedita dell’universalità del rapporto tra l’uomo e la risorsa idrica attraverso lo specchiarsi e riflettersi in modi sorprendenti di vari elementi naturali ed umani in essa.

Nel 2009 l’azienda ha voluto dare spazio anche al tema sociale, coinvolgendo i bambini ricoverati nel reparto di emato-oncologia del Policlinico di Catania. Il progetto “L’albero dei desideri” ha consentito ai piccoli pazienti ed ai loro genitori di raccontare il loro vissuto riportandoli nel mondo esterno tramite i colori che hanno impreziosito di gioia e significato i 12 mesi del 2009.

Nel 2010 l’elemento acqua torna protagonista: fondamento delle politiche aziendali orientate fortemente alla produzione di sistemi integrati che garantiscano un ottimale utilizzo delle risorse idriche. Il progetto denominato “Accadueo-H2O”,  ha coinvolto dodici pittori siciliani che con le loro opere hanno offerto uno sguardo diverso ma ugualmente appassionato sul mondo fluttuante dell'acqua. Il 2011 ha inaugurato la centralità dei prodotti aziendali trasformati in accessori, abiti ed oggetti di moda, (disegnati e realizzati da Miriam Pace ed Emanuele Guzzardi) con un set fotografico altamente professionale curato dal fotografo Giovanni Canfailla. 

La fusione tra produzione aziendale, arte e design ha regalato un altro risultato straordinario nel 2012, dando vita, anzi "luce", a lampade e sistemi di illuminazione di design realizzati destrutturando la funzione originaria dei prodotti dell’azienda e arricchendo le pagine del calendario.

Il 2013, infine, è stato l’anno del trentennale dell’azienda, un compleanno importante, celebrato in modo fresco, divertente e gioviale attraverso gli occhi gioiosi dei figli dei dipendenti, simbolo del futuro, della crescita e dell’investimento costante dell'azienda a beneficio della crescita per le nuove generazioni del territorio.